Giornata del prematuro, la testimonianza dell’AOU Luigi Vanvitelli

Giornata del prematuro, la testimonianza dell’AOU Luigi Vanvitelli

Policlinico Vanvitelli.
17 novembre, Giornata del prematuro: nella TIN ricoverati annualmente 180 bambini. I progressi della Medicina e delle cure spiegate ai genitori.

L’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” celebra, il 17 novembre 2021, la Giornata internazionale dedicata al neonato prematuro (World Prematurity Day) per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema delle nascite pre termine.

Il personale della Terapia Intensiva Neonatale incontrerà (nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19) una rappresentanza di genitori per parlare dei traguardi medici raggiunti, dei percorsi clinici seguiti.

“L’Azienda Ospedaliera Universitaria “Luigi Vanvitelli” offre un’assistenza pediatrica completa grazie alla collaborazione con tutte le strutture specialistiche afferenti al Dipartimento Materno infantile, coniugando le più moderne tecnologie in campo medico e diagnostico con l’alta professionalità”, dichiara Antonio Giordano, Direttore Generale dell’Azienda.

“La UO TIN del Policlinico Vanvitelli è suddivisa in Terapia intensiva e sub intensiva e segue ogni tipo di patologia medica (assistenza cardiologica, respiratoria, neurologica e metabolica) con un numero di ricoveri annuo di circa 180 bambini; di questi almeno un quarto sono prematuri o gravemente prematuri. Una stanza di accettazione accoglie i piccoli pazienti e dopo vengono destinati alle sale più idonee. L’assistenza medica fornita è completa, a 360 gradi, potendo contare su un fondamentale gioco di squadra”, spiega il dottor Mauro Carpentieri, referente della UO TIN.

Napoli, lì 15 novembre 2021